Conosciamoli meglio: Carlos Bacca

Questo ragazzo colombiano nato nel settembre 1986 ha una storia abbastanza particolare. Conosce molto tardi il calcio europeo, nel gennaio 2012, quando fa il suo esordio con il Club Bruges nel campionato belga. Carlos ha quasi 26 anni con alle spalle campionati di serie A e B colombiana oltre ad una breve parentesi in prestito ad una squadra venezuelana. Le cronache ci raccontano di un Carlos ventunenne che coltiva il sogno di giocare a calcio da professionista e si guadagna da vivere facendo il controllore sui bus e aiutando il padre che vendeva il pesce al mercato.carlos-bacca-pescatore Era il 2007 a Barranquilla, sua città natale. Sono passati 8 anni e Carlos ha vinto 2 volte l’Europa League con il Siviglia. Si è svelato al grande pubblico quando una sua doppietta ha steso il Real Madrid dei Galacticos, nel febbraio del 2014. In quel Siviglia giocava anche un certo Rakitic, finito poi al Barcellona ed autore del gol di apertura nella finale di Berlino dello scorso 6 giugno. Tornando a Bacca scopriamo che ha lasciato il segno anche nella finale di Europa League disputata a Varsavia lo scorso 27 maggio: un’altra doppietta che consente agli spagnoli di battere per 3-2 il Dnipro, squadra rivelazione del torneo. Il rapporto di Carlos Bacca con il gol è sempre abbastanza ravvicinato: col Siviglia 49 reti in 108 presenze, con il Bruges 31 reti in 54 presenze. I dati della massima serie colombiana, pur essendo notevoli (51 reti in 97 presenze), sono molto meno indicativi per il livello generale più basso del torneo e per il modo di giocare molto “sudamericano”. Chi ha visto la recente Copa America si è reso conto che le partite vengono giocate combattendo su ogni palla come fosse l’ultima e dando molta importanza all’aspetto agonistico. Il che comporta grande pathos e divertimento ma qualche rischio in più. In Italia ciò è molto meno accentuato, si da più importanza a evitare un tackle pericoloso, a coprire le linee di passaggio, a fare una corretta diagonale. Bacca insomma troverà meno spazi e spesso dovrà vedersela con due centrali. Vedremo, intanto si dice che il suo trasferimento al Milan sia costato intorno ai 30 milioni di euro; si tratta di una cifra importante, non tanto per l’età (è fisicamente integro e nel pieno della sua carriera da professionista) quanto per l’incognita Milan e compagni di reparto. Non  si percepisce al momento un chiaro progetto tecnico (il Milan ha preso anche Luiz Adriano, ma magari Mihajlovic ha le idee chiarissime…)e né Bacca né Luiz Adriano hanno le caratteristiche di Ibrahimovic o comunque del giocatore che può vincere la partita da solo.bacca Ma se siamo a discutere dell’impianto attorno a Bacca vuol dire che non ci sono dubbi sul giocatore. Concentriamoci sull’ultima Liga: 20 gol in 31 presenze, 1 gol ogni 128 minuti. Nel campionato dei marziani Messi e Ronaldo non spicca ma attenzione, il Siviglia non è il Real o il Barcellona. A queste reti  ne vanno aggiunte 7 nelle 8 presenze in Europa League, oltre ad una in Copa del Rey. Davvero niente male i 9 assist totali (6 in Liga – 3 in EL) Quindi Bacca è uno che inquadra la porta piuttosto frequentemente. Ed è vedendo come segna che scopriamo un attaccante molto diverso per esempio da Mandzukic: su 27 gol, ben 22 sono stati realizzati di destro, 2 di sinistro e 3 di testa. A questo punto abbiamo certamente capito quale parte coprire in un ipotetico uno contro uno. Ma chi immagina un attaccante senza grandi varianti offensive si sbaglia: Bacca ha una percentuale di realizzazione vicina al 29%. In pratica ogni 3 tiri in porta fa un gol. Il fatto che sia un rigorista non sposta di molto la percentuale già citata ( ci sono 7 centri su 9 tentativi nell’annata appena trascorsa). Abbiamo di fronte una punta centrale principalmente dedita a finalizzare l’azione come ci dicono le statistiche relative alla partecipazione al gioco nell’ultima Liga: una media di circa 15 passaggi per incontro. Bacca quindi non ama molto indietreggiare per cercare palle giocabili, basti pensare ai circa 45 passaggi per partita di Tevez (ultima serie A) o ai 21 di Icardi (che non è certo un palleggiatore). Sotto questo aspetto è più simile a Miro Klose (stessa media di passaggi), con qualche anno in meno ovviamente. 2101290_w2Ed infatti è sempre al posto giusto quando c’è bisogno dell’ultimo tocco, o quando viene servito sulla corsa: ha un buonissimo allungo palla al piede, un tiro (di destro) secco e preciso e mantiene la testa lucida in ogni situazione senza eccedere in egoismo. E’ pericoloso anche dalla media distanza grazie al destro ma di certo preferisce la palla dentro l’area di rigore dove, se arriva in movimento o alle spalle dell’avversario, è difficilmente marcabile per la buona tecnica di base. Un ottimo elemento per il nuovo Milan di Mihajlovic, chiuso nella sua nazionale da gente come Falcao e Jackson Martinez (che fanno una squadretta niente male con James Rodriguez e Cuadrado) ma pronto dopo la Spagna ad affrontare il campionato più difficile in assoluto per gli attaccanti, quello che Messi e Ronaldo per loro fortuna non vedranno mai.

Annunci

3 pensieri riguardo “Conosciamoli meglio: Carlos Bacca

  1. 20 gol in 31 presenze sono tanti: ottima media. Ma penso anch’io che sia molto difficile che la mantenga in Italia. È il classico giocatore che se è messo nelle condizioni di fare bene fa quel che deve più che egregiamente… il problema è appunto la squadra che lo circonda: il Siviglia per due anni è stato un grande club (non a caso ha vinto due Europa League) mentre il Milan è stato, ahimè, imbarazzante. Però credo che con Mihajlovic si possa fare un buon campionato; in ogni caso non si può che migliorare dopo un decimo (!) posto…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...