Aiuto! Mi stanno rubando la nostalgia calcistica

zizouSei nostalgico del calcio degli anni Novanta? Domanda facile: di qualcosa sì, e di qualcosa no. Sei nostalgico degli anni Novanta in genere? Come prima: di qualcosa sì, e di qualcosa no. Come tutte le persone più o meno normali, del resto; perché da trentenne vivere di nostalgia avrebbe un che di patologico.

Oggi seguo il calcio in maniera più attenta e “scientifica” di quanto non facessi, bambino e poi adolescente, negli anni Novanta. Ovviamente, quando mi capita di rivedere una figurina, un’immagine, un video di quegli anni il mio pensiero torna con piacere a quel tempo antico; specie se le immagini calcistiche sono legate a ricordi personali di quell’età spensierata. E sfogliare un vecchio album, o vedere una trasmissione che ricorda quegli anni, possono essere il simpatico passatempo di un pomeriggio; anche se ovviamente non vincerebbero la sfida con la diretta di una partita di oggi. Continua a leggere “Aiuto! Mi stanno rubando la nostalgia calcistica”

Annunci

Il capo g: Fiorentina – Bologna e tutte le incongruenze

Il capo g è uno dei pochi capi d’imputazione di Calciopoli sopravvissuti quasi senza “perdite” ai vari gradi di giudizio, Cassazione compresa. A parte lo stralcio della posizione di Bergamo, infatti, è stata riconosciuta la responsabilità sia di Pairetto e Moggi (prescritti) che di De Santis, condannato a causa della sua rinuncia alla prescrizione.

Una rassegna completa del materiale probatorio relativo a questo capo d’imputazione l’abbiamo presentata qui. Visto però che abbiamo avuto modo di riflettere ulteriormente su alcune telefonate, e ci sentiamo in grado di proporre alcune interpretazioni alternative, è tempo di tornarci su. Continua a leggere “Il capo g: Fiorentina – Bologna e tutte le incongruenze”

La posizione processuale di Mariano Fabiani

Angelo Mariano Fabiani è uno dei molteplici imputati del processo penale di Calciopoli, svolto a partire dal 2009 nelle aule del Tribunale di Napoli. Nel 2004/05, stagione a cui si riferiscono le accuse, ricopre la carica di direttore sportivo del Messina, dove è arrivato nell’estate del 2003. Dopo aver ottenuto un ottimo settimo posto in Serie A nel 2004/05, con il neopromosso Messina, passa al Genoa, che nel frattempo è retrocesso in C1 a causa dell’illecito sportivo riguardante la partita Genoa – Venezia. Nell’estate del 2006, quando scoppia lo scandalo, il nome di Fabiani non compare sui giornali: si parlerà di lui, per la prima volta, più o meno un anno dopo. Fabiani è infatti coinvolto in questa storia a causa della scoperta e della ricostruzione dei tabulati delle schede svizzere attraverso le quali, insieme a Moggi, avrebbe colloquiato con diversi arbitri. Le sue utenze telefoniche italiane non sono state sottoposte a intercettazione telefonica da parte dei carabinieri, cosa che ci avrebbe permesso di conoscere molti più dettagli. La sua storia rimane, perciò, strettamente ancorata alle schede svizzere. Continua a leggere “La posizione processuale di Mariano Fabiani”