Frodi sportive accertate

Oltre al reato associativo (art. 416 del c.p.) – al quale, a sentenze definitive, hanno prestato adesione i dirigenti juventini Moggi e Giraudo, il designatore Pairetto, il vicepresidente federale Mazzini, gli arbitri De Santis e Racalbuto e il dg del Messina Fabiani – il procedimento penale è stato caratterizzato da un elevato numero di contestazioni di frode in competizione sportiva (qui l’elenco). Il reato di frode sportiva è  un reato di attentato a consumazione anticipata (o reato di pericolo) ed è formalizzato dalla legge n. 401 del 1989: Interventi nel settore del giuoco e delle scommesse clandestine a tutela della correttezza nello svolgimento di competizioni agonistiche.

L’art. 1 della legge 401/89 stabilisce:

1. Chiunque offre o promette denaro o altra utilità o vantaggio a taluno dei partecipanti ad una competizione sportiva organizzata dalle federazioni riconosciute dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI), dall’Unione italiana per l’incremento delle razze equine (UNIRE) o da altri enti sportivi riconosciuti dallo Stato e dalle associazioni ad essi aderenti, al fine di raggiungere un risultato diverso da quello conseguente al corretto e leale svolgimento della competizione, ovvero compie altri atti fraudolenti volti al medesimo scopo, è punito con la reclusione da un mese ad un anno e con la multa da lire cinquecentomila a lire due milioni. Nei casi di lieve entità si applica la sola pena della multa.
2. Le stesse pene si applicano al partecipante alla competizione che accetta il denaro o altra utilità o vantaggio, o ne accoglie la promessa.
3. Se il risultato della competizione è influente ai fini dello svolgimento di concorsi pronostici e scommesse regolarmente esercitati, i fatti di cui ai commi 1 e 2 sono puniti con la reclusione da tre mesi a due anni e con la multa da lire cinque milioni a lire cinquanta milioni.

In seguito è riportato l’elenco delle frodi sportive per cui è stata definitivamente accertata la sussistenza del reato e dei relativi condannati (in grassetto) e prescritti mentre in sottolineato sono evidenziati gli arbitri e i guardalinee coinvolti. Ai link è possibile accedere ad approfondimenti relativi alle singole partite.

  • capo G (Fiorentina – Bologna): Moggi, De Santis, Pairetto (link1, link2)
  • capo H (Reggina – Brescia): Foti (link)
  • capo I (Bologna – Juventus): Moggi (link)
  • capo O (Cagliari – Juventus): Moggi, Racalbuto (link)
  • capo Q (Juventus – Udinese): Moggi, Giraudo, Pairetto (link)
  • capo S (Sampdoria – Reggina): Foti (link)
  • capo U (Chievo – Lazio): Mazzini, Lotito (link)
  • capo V (Lazio – Parma): Mazzini, Lotito (link)
  • capo Z (Roma – Juventus): Moggi, Racalbuto (link)
  • capo A4 (Milan – Chievo): Meani, Puglisi (link)
  • capo A5 (Chievo – Fiorentina): D. Della Valle, A. Della Valle, Mencucci, Mazzini, Moggi (link)
  • capo A7 (Arezzo – Salernitana): Mazzei, Titomanlio (link)
  • capo A10 (Lecce – Parma): D. Della Valle, A. Della Valle, Mencucci, Mazzini, De Santis (link)
Annunci

3 pensieri riguardo “Frodi sportive accertate

  1. @Felix

    Non son sicuro di aver capito il senso del tuo articolo
    intendi che per ogni frode i riscontri dicono che non c’erano frodi ??

    Mi piace

  2. Ciao Paolo, l’articolo è soltanto una breve analisi del reato di frode sportiva e un accesso veloce, tramite link, alla decina di frodi specifiche che sono state ritenute sussistenti in via definitiva dai giudici.

    Se vuoi la mia opinione sulla sussistenza delle frodi non posso che ribadire che secondo me la soglia di punibilità è stata eccessivamente arretrata e che per alcune frodi i giudici hanno preso un vero e proprio rischio condannando per contatti di cui non si può conoscere il contenuto perché non intercettati (quelli svizzeri). Io sarei stato molto più cauto e credo che, forse, avrei lasciato al massimo 4-5 frodi sportive, ma ad essere proprio generoso. Le uniche sulle quali secondo me si può discutere, che hanno un minimo di emergenza probatoria concreta in chiave accusatoria, sono Juventus – Udinese, Cagliari – Juventus, Milan – Chievo (solo per Meani), Arezzo – Salernitana e Lecce – Parma. Le frodi di Foti e Lotito fanno ridere.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...