Lo stato delle cose: Dio perdona, il Var no

Giornata abbastanza ordinaria non fosse per la pazza Fiorentina – Inter 3-3. La domanda è: come sarebbe finita in un campionato senza ricorso al mezzo tecnologico? Al di là degli errori dei protagonisti (arbitro compreso) la partita è stata divertente e molto combattuta nonostante il forte vento a modificare molte trame a palla alta. Per il resto pronostici rispettati: vincono le prime della classe, importanti successi per Torino e Samp che agganciano rispettivamente Atalanta e Fiorentina in classifica. Nella lotta per non retrocedere fanno punti solo il Chievo (ma è tardi) e la Spal che ora ha 5 punti di vantaggio sul Bologna terzultimo. Vediamo la classifica: Continua a leggere “Lo stato delle cose: Dio perdona, il Var no”

Caro il mio Massimiliano

Forse un commento a caldo dopo una bruciante sconfitta non è l’ideale. Forse, per dirla con Ligabue, “…uno sfogo fa sbagliare spesso la misura” ma fa vedere lo stato delle cose senza tutti i costrutti del “politically correct” che la mente alle volte ti impone. Più che la rassegnazione o il dispiacere per la sconfitta, la sensazione dominante è la rabbia per aver passato tutto (quasi) il secondo tempo a dire “ora ce lo fanno…” senza aver visto la minima reazione di gamba e cervello, non necessariamente in quest’ordine. Continua a leggere “Caro il mio Massimiliano”

Lo stato delle cose: alien vs predator

Duello tra “mostri” nelle alte sfere della classifica cannonieri di serie A. In estate il tormentone era stato: vedremo CR7 alla prova delle difese italiane. Lui, con la maniacale cura di sé e la feroce applicazione delle qualità che ha, sta dimostrando ancora una volta di essere il più decisivo di tutti. La speranza di molti è che la fame duri fino al 1 giugno. Ma veniamo all’alieno, al secolo Krzysztof Piątek. Questo ragazzo polacco classe 1995 ha sbaragliato la concorrenza: segna in ogni modo, è capace di rimanere “nascosto” per lungo tempo e poi spuntare fuori dal nulla ed inventarsi gol come il primo di Bergamo. In questo ricorda vagamente David Trezeguet ma da ora in avanti i paragoni si sprecheranno. Veramente da campioni il gol del momentaneo 1-1 con l’Atalanta: uno di quei gol che ti fanno brillare gli occhi anche quando li fai alla Playstation. Vediamo in ogni caso la classifica aggiornata: Continua a leggere “Lo stato delle cose: alien vs predator”

Lo stato delle cose: coppe e trappole

Una giornata molto importante nell’economia del campionato: scavato un bel solco tra il Chievo (ultimo) e le altre. La vittoria inaspettata del Frosinone condanna forse definitivamente i veneti e porta i ciociari a soli 2 punti dalla salvezza. Trappoloni evitati per Inter e Juve: Lautaro Martinez segna il gol che permette alla squadra di Spalletti di espugnare il Tardini mentre la Vecchia Signora fa una buona partita a Reggio Emilia dopo gli iniziali 15 minuti da horror. Nella trappola (di Lafont) rimane invece il Napoli che non va oltre lo 0-0 al Franchi: bravissimo il portiere gigliato ma certe occasioni (vedi Mertens) devono essere sfruttate a tutti i costi. Vediamo la classifica come di consueto: Continua a leggere “Lo stato delle cose: coppe e trappole”

Lo stato delle cose: toscani alla griglia

Una giornata di campionato che ha detto alcune cose molto importanti: in basso la lotta per non retrocedere, grazie alla vittoria del Bologna, ingloba di nuovo anche le squadre sopra quota 20 punti. Il Napoli rosicchia 2 punti grazie alla sciagurata prova dei bianconeri contro il Parma e la lotta per l’Europa è ormai un’indistinta corsa anche al 3° posto: sono solo 4 i punti dell’Inter sui cugini rossoneri e 5 sul terzetto Roma, Lazio, Atalanta. Molte le critiche rivolte ai due tecnici di Inter e Juventus, alcune giustificabili altre un po’ meno. Ma vediamo la classifica come di consueto: Continua a leggere “Lo stato delle cose: toscani alla griglia”