Lo scontro di civiltà

Juventus – Inter. Potrà mai tornare ad essere una partita come le altre? Ci pensavo ieri sera, vedendo le reazioni al risultato, da una parte e dall’altra. Troppo enfatiche, troppo esasperate, troppo drammatiche, per una partita giocata a metà settembre, alla quarta giornata di campionato.

FC Internazionale v Juventus FC - Serie A
(Photo by Pier Marco Tacca – Inter/Inter via Getty Images)

Già, il campionato; come se contasse qualcosa. Continua a leggere “Lo scontro di civiltà”

Moratti e la maga: il lato sovrannaturale di Calciopoli

Qualcuno di voi ricorderà forse il film L’uomo che fissa le capre, una commedia a dire il vero abbastanza sconclusionata uscita nel 2009, e nobilitata soprattutto dal cast stellare (George Clooney, Kevin Spacey, Jeff Bridges). Secondo la tesi proposta dal film l’esercito statunitense, oltre a coltivare le virtù belliche per così dire “tradizionali”, si dotò, negli anni Ottanta, di una speciale unità militare in grado di usare poteri paranormali, dalla lettura del pensiero all’arte di uccidere con lo sguardo, nella lotta contro il nemico.

La visione di questo film mi è tornata alla mente quando, sempre immerso nello studio della guerra di potere che ha sconvolto il calcio italiano nel 2006, mi sono imbattuto, grazie al tweet di uno dei miei tanti contatti bianconeri, @gabryhouse1, nella parte più incredibile di questa storia; che già è incredibile di per sé, ma in questo caso sconfina abbondantemente nel paranormale. Se volete proseguire nella lettura, vi consiglio di sospendere temporaneamente la vostra incredulità. E vi invito a credere che non mi sono inventato niente (almeno io). Continua a leggere “Moratti e la maga: il lato sovrannaturale di Calciopoli”

Massimo De Santis: il condannato di Calciopoli (2)

de santisAbbiamo visto nella prima puntata di questa serie che Massimo De Santis, arbitro in ascesa, il 7 maggio 2000 si trova al centro di furiose polemiche per l’annullamento del gol di Cannavaro nel corso della partita Juventus – Parma. Di questa partita si parla ancora in telefonate intercettate durante l’inchiesta Calciopoli, cinque anni dopo. Il controverso episodio costringerà da quel momento in poi Massimo De Santis a convivere con l’etichetta di arbitro “juventino”; e proprio nel corso del campionato 1999-2000 Carlo Ancelotti, allenatore della Juventus, sviluppa la propria sensazione relativa all’esistenza di rapporti confidenziali fra Massimo De Santis e Luciano Moggi.

A maggior ragione i sospetti vengono condivisi da quella che è la regina delle recriminazioni arbitrali nell’ultimo ventennio di calcio italiano: l’Inter di Massimo Moratti. Continua a leggere “Massimo De Santis: il condannato di Calciopoli (2)”