L’uomo che volle farsi re

Nessuno può con una parola definire esattamente un uomo; nessun uomo può definire esattamente sé stesso. Tu incolli sopra una bottiglia di Capri rosso un cartellino dove sta scritto Capri rosso, e sopra una bottiglia di Corvo bianco, il cartellino Corvo bianco: la confusione è impossibile; se tu scambi i cartellini, i tuoi sensi, gli occhi e il palato ti avvertiranno dell’errore. Ma quando si tratta del pensiero, dello spirito, della persona morale, il sistema dei cartellini è sbagliato. […] Definire un uomo da una parola, da un discorso, da cento discorsi, è un errore, giacchè per ogni idea che egli esprime, ve ne sono, nel suo cervello, migliaia che la combattono o la combatteranno più tardi, e la potranno modificare, trasformare, distruggere. […]

Federico De Roberto, L’imperio

sarriconf28
Foto tratta da www.juventus.com 

Continua a leggere “L’uomo che volle farsi re”

E venne il giorno…

E’ dunque giunta l’ufficialità di Maurizio Sarri alla guida tecnica della Juventus 2019-2020. Diciamo subito che non era il mio preferito, per vari motivi che andremo a breve a spiegare, ma certamente merita il trattamento di ogni professionista che vada a sedersi sulla panchina della Juventus: essere giudicato per i risultati. Continua a leggere “E venne il giorno…”

Lo stato delle cose: coppe e trappole

Una giornata molto importante nell’economia del campionato: scavato un bel solco tra il Chievo (ultimo) e le altre. La vittoria inaspettata del Frosinone condanna forse definitivamente i veneti e porta i ciociari a soli 2 punti dalla salvezza. Trappoloni evitati per Inter e Juve: Lautaro Martinez segna il gol che permette alla squadra di Spalletti di espugnare il Tardini mentre la Vecchia Signora fa una buona partita a Reggio Emilia dopo gli iniziali 15 minuti da horror. Nella trappola (di Lafont) rimane invece il Napoli che non va oltre lo 0-0 al Franchi: bravissimo il portiere gigliato ma certe occasioni (vedi Mertens) devono essere sfruttate a tutti i costi. Vediamo la classifica come di consueto: Continua a leggere “Lo stato delle cose: coppe e trappole”

Solo una deviazione

zazaSolo una deviazione. Il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto. È il ritornello di tutti quelli che non sono juventini, oggi. Bisogna ringraziare la fortuna. Ancora, il Napoli stava dominando, e ha costretto Allegri a togliere un attaccante (Dybala) per inserire un difensore (Alex Sandro) in più. Continua a leggere “Solo una deviazione”